Raggiungere l'obiettivo

La ricerca, lo sviluppo, l’accademia, il testing delle nuove tecnologie e l’implementazione di diversi know-how sono tutti strumenti utili rivolti alla sola finalità riconosciuta in ambito professionale: centrare l’obiettivo.
Fin dalla prima imbastitura della commessa si comincia ad individuare il prodotto finale necessario a soddisfare le esigenze che ne hanno dato vita. La consegna di un prodotto che soddisfi almeno queste richieste è condizione sine qua non di conclusione dell’incarico. I mezzi e i metodi adottati per raggiungerlo sono di secondaria importanza e valutati sempre derivati a questa finalità.

Un esempio pratico può essere utile: nel caso di un rilievo d’architettura la richiesta è la conoscenza, in questo caso ipotetico, della forma geometrica di una porzione di edificio storico con i suoi dettagli decorativi. Le tecnologie utili a questo scopo possono essere moltissime, ma immaginiamo di adottare l’acquisizione dati tramite laser-scanner; questo ci consentirà di avere ottime precisioni (all’interno del cm senza problemi) di oggetti praticamente irraggiungibili ad altezze fino a 80-100 metri e più. Ma degli elementi “a terra”, a pochi passi da noi? Un calibro di poco valore può tranquillamente garantirci precisioni sub-millimetriche senza sforzo, e tracciando un eidotipo a mano possiamo ottenere, di quella porzione, un prodotto finale senza dubbio più adeguato alle richieste inizialmente avallate.